Kamakura o Nikko , questa è una delle domande che mi son sentito rivolgere più spesso e, ad oggi, mi son dato solo una risposta che farà arrabbiare la maggior parte dei lettore : “Dipende!”
“Da che dipende? Da che punto tu lo guardi tutto dipende!” Era così la canzone giusto ?
Ecco, sostanzialmente sono simili, generalizzando al massimo: Kamakura si trova vicino al mare e Nikko in montanga !
Sta a voi scegliere (potete consultare il sito e farvi un’idea) io però consiglio Nikko, sarà per la possibilità di escursioni, sarà per le Onsen, rimane la mia scelta fra le due !

Kamakura è circondata da montagne su tre lati, mentre il quarto si apre sulla baia di Sagami; questa conformazione la rende una fortezza naturale e, per questo motivo, durante il periodo Heian fu il capoluogo della regione del Kantō.

Kamakura, come arrivare ?

Immaginando una partenza da Tokyo, la soluzione migliore per andare a Kamakura è prendere il treno della JR Line per Zushi! In un oretta scarsa si arriva alla stazione di destinazione: Kita-Kamakura!
Il Turismo in Giappone è una vera e propria risorsa, lo dimostrano i tanti punti d’informazione presenti ! In quasi tutte le “stazioni principali” c’è un punto di informazione con almeno una persona che parla inglese e ti spiega cosa-come e dove andare! MERAVIGLIOSO!

 

Lasciandovi la stazione alle spalle e, con l’ausilio di una cartina, giungerete a questo lungo viale per la zona dei templi. Ad onor del vero, parallelamente al viale, c’è una strada molto più “turistica” piena di negozietti con prodotti tipici e souvenir (il nome della strada per i fan dello shopping è Komachi-dori !).

Kamakura Tori ingresso al viale

Giunti a Kamakura, potrete scegliere di camminare lungo questo bel viale per arrivare ai templi. Curiosità, a circa metà altezza, è presente una chiesa Cattolica.

 

Una volta attraversato il Torii, simbolo di ingresso in un luogo sacro, un ponte in pietra “offusca” la visuale del tempio principale il Tsurugaoka Hachiman-gū !

Cosa vedere a Kamakura?

Per esperienza personale, posso raccomandare la visita al santuario shintoista Tsurugaoka Hachiman-gū, il più grande santuario scintoista della città.
Questo santuario, dedicato al Dio della Guerra (八幡神 Hachiman) fu costruito da Yoritomo Minamoto.
Il Santuario rispetta i seguenti orari : dalle 7:00 fino alle 21:00 e l’accesso è completamente gratuito.

 

tempio-e-ponte

Sullo sfondo il santuario Tsurugaoka Hachiman-gū

 

Durante la mia visita a Kamakura, nello specifico al santuario, ho avuto modo di assistere ad un matrimonio Shintoista; questo luogo è molto “ricercato” per svolgere matrimoni sarà quindi relativamente facile imbattersi in una cerimonia!

 

matrimonio a Kamakura

Al santuario Tsurugaoka Hachiman-gū di Kamakura, spesso si svolgono matrimoni !

 

Scale in pietra a Kamakura di accesso al Santuario

Kamakura, la scalinata di accesso al santuario shintoista Tsurugaoka Hachiman-gū

 

Un’altra “meta obbligatoria” a Kamakura è la visita al Daibutsu, il grande Buddha di bronzo !
La statua si trovava originariamente all’interno di un tempio che venne distrutto ed è così lasciata alla merce degli elementi !
Una piccola curiosità sul Buddha gigante di Kamakura: sono state impiegate più di mille tonnellate di bronzo per la realizzazione di quello che oggi è il secondo Buddha più grande del Giappone, secondo solo al Buddha che si trova all’interno del Todaiji di Nara!

 

I Giapponesi sono persone estremamente riservate MA, chiedendo il permesso (basta anche mimare il gesto di una fotografia, in assenza di comunicazione verbale) sono ben propensi ad essere fotografati, soprattutto mentre sono intenti in attività economico-turistiche.
pittore

 

 

Piccolo “fuori tema”, vicino ai templi in legno troverete quasi sempre questi secchi rossi, sono la conseguenza del grande incendio!

contro-il-fuoco

Secchi “anti incendio” a Kamakura