Repubblica di San Marino, benvenuti nell’Antica Terra della Libertà!

Questa sarà una pagina introduttiva, ho intenzione di fornivi molte informazioni sulla “mia” Terra!
Voglio portarvi virtualmente a conoscenza della meravigliosa Repubblica a pochi passi da Rimini, Urbino e San Leo !

 

Piazza della Libertà San Marino

Uno scorcio della Piazza della Libertà, con il meraviglioso Palazzo del Governo sullo sfondo.

San Marino, qualche accenno della Nostra leggendaria Storia!

Sapete che San Marino è la più antica Repubblica del mondo? Si, meno di 62 chilometri quadrati di indipendenza dal 3 Settembre dell’anno 301 dopo Cristo.

La leggenda narra della venuta di un tagliapietre dall’isola di Arbe ( che si trova in Dalmazia) nell’anno 257.
Marino, questo è il suo nome, si ritirò sul Monte Titano, a causa delle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano verso i Cristiani.

Il primo “sacello del Santo” era in una grotta nella zona che oggi si chiama “Baldasserona”, luogo visitabile e di carismatico fascino.

Successivamente si spostò nella parte “alta” del Monte dove edificò una piccola cella ed una chiesa che dedicò a San Pietro.

Gli edifici eretti da Marino (non ancora Santo) si ergevano sul terreno di Donna Felicissima, proprietaria dell’intero monte Titano.

 

Foto della Prima Torre di San Marino

Una veduta notturna della Prima Torre di San Marino

Il figlio di Donna Felicissima, Verissimo, cercò di cacciare in malo modo Marino e la piccola comunità che si era creata attorno a lui.
Marino, dopo aver cercato il “dialogo” con il ragazzo, iniziò a pregare il Signore affinché cercasse di far ragionare Verissimo. All’istante il giovane cadde a terra paralizzato!

La leggenda narra che Donna Felicissima, conscia della grande bontà di Marino e del suo “potere”, chiese perdono all’uomo e lo pregò di aiutare il figlio.

Marino, sant’uomo, mise due condizioni al perdono :
– la conversione immediata della donna ed i suoi parenti
– un piccolo lembo di terra dove poter esser seppellito

Se siete arrivati a leggere fin qui, potete immaginare com’è andata: Donna Felicissima regalò i suoi possedimenti al Santo ed ai suoi seguaci.

Marino, poco prima della sua morte, chiamò a sé gli abitanti dell’insediamento nato sul monte e pronunciò le parole:
Relinquo vos liberos ab utroque homin” in italiano: “Vi lascio liberi da entrambi gli uomini“!
Con queste parole lasciò gli abitanti del Titano “liberi” dal papa e dall’imperatore.

“Relinquo vos liberos ab utroque homin” grazie a queste parole nacque l’indipendenza della Repubblica.

 

Giornate Medioevali Pieve San Marino

La bellissima Basilica del Santo, a San Marino Città, durante le Giornate Medioevali

Marino e l’Orso, la leggenda nella leggenda.

Si narra che il vescovo di Rimini, Gaudenzio, convocò Leo (scalpellino che lavorò con il nostro Santo alle mura di Rimini e si ritirò poi nel Montefeltro) e Marino per esprimere riconoscenza, consacrando anche il primo, sacerdote, e il secondo, diacono.

Rientrato sul Titano dopo l’incontro con Gaudenzio, Marino trovò il suo compagno di lavoro (un asinello) sbranato da un orso.
Marino allora comandò a questo di sostituirsi al fedele compagno nei pesanti ed umili lavori per tutto il resto della vita.

 

San Marino, sammarinesi o sanmarinesi ?

Gli abitanti di questa Terra sono spesso chiamati con i nomi più disparati, mi son sentito chiamare tante volte “sanmarinese”!

In realtà io ed i miei concittadini siamo sammarinesi !

 

spettacolo dei fuochi d'artificio a San Marino

Il 3 Settembre è la Nostra festa, per l’occasione cittadini e turisti possono godere di un bellissimo spettacolo pirotecnico.

Festività Sammarinesi

Ho deciso di raccogliervi le festività prettamente sammarinesi, in un secondo momento le spiegherò singolarmente:

5 febbraio, Festa di Sant’Agata, è la prima festa Nazionale dell’anno.
25 marzo Anniversario dell’Arengo, si festeggia la fine del governo oligarchico nel 1906.
1 aprile Ingresso Capitani Reggenti, festa Nazionale di insediamento dei nuovi capi di Stato.
28 luglio Anniversario Caduta Governo Fascista.
3 settembre Festa di San Marino, festa Nazionale nel giorno della Fondazione della Repubblica.
1 ottobre Ingresso Capitani Reggenti, festa Nazionale di insediamento dei nuovi capi di Stato.
1 e 2 novembre Festa di Tutti i Santi e Commemorazione dei Defunti, a San Marino sono entrambe festivi.

 

Nove Castelli, le “regioni” di San Marino!

Sono nove  le “regioni” in cui si divide il territorio sammarinese.
Ogni Castello ha particolarità e “punti di interesse” che meritano di essere scoperti!

Il Castello di San Marino, detto anche “Città”

Questo castello è la Capitale del nostro Stato e racchiude un patrimonio storico, museale ed architettonico di inestimabile valore. Insieme al Centro Storico di Borgo Maggiore, quello di San Marino è Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Il Castello di Borgo Maggiore

Sede del Mercatale fin dal 1244,è una zona di interesse storico per chiese, monumenti e caratteristiche contrade. Piccolo suggerimento per turisti “GiRaStyle informati” : potreste parcheggiare la vostra macchina al parcheggio della Funivia e salire godendo della meravigliosa vista della Riviera!

Il Castello di Serravalle

Sarà il castello “centrale” dei Giochi dei Piccoli Stati, è il castello più “sportivo” trovano sede : il tiro a volo, il palazzetto del nuoto, del basket, della pallavolo e, ovviamente, anche il campo da calcio, dove si svolgono le partite più prestigiose ! Il centro storico è caratterizzato da contrade percorribili a piedi, molto bella la chiesa.

Il Castello di Faetano

Può esser preso in considerazione per tanti aspetti, è sede di importanti stabilimenti produttivi, ma anche luogo ideale per una passeggiata lungo il fiume Marano! Il centro del paese è caratterizzato dalla chiesa e dalla Casa del Castello ( una sorta di “comune” Italiano).

Il Castello di Domagnano

Una delle mete più gettonate dagli amanti della fotografia, da qui si possono godere di bellissimi panorami sia verso il Titano sia verso la Riviera!
Centro abitato molto apprezzato dai sammarinesi poichè “centrale” ai servizi !

Il Castello di Chiesanuova

Come altri castelli presenta scorci perfetti per la fotografia, è il castello più vicino agli appennini e si può godere di una bellissima vista del Titano con la Riviera sullo Sfondo.

Il Castello di Acquaviva

Qui gli amanti della corsa all’aperto potranno percorrere il Percorso Vita del parco naturale di Monte Cerreto, un parco immerso nel verde fra alberi di alto fusto e prati erbosi!

Il Castello di Fiorentino

Sarò un pochino critico (e non apprezzato dai miei compaesani) questo castello viene menzionato per i reperti storici ritrovati e come nodo stradale per giungere alle città circostanti: ci sono scorciatoie per Urbino, Cattolica, Pesaro e Riccione.

Il Castello di Montegiardino

Avete presente le “chicche” ? Ecco, Montegiardino è una deliziosa località per romantici e fotografi. Attorno all’antico ed affascinante castello si può godere di scorci di rara e dimenticata bellezza.